Progetto Comenius 2013-2015

 quot in classe1

facebook

PROGETTO COMENIUS 2013 2015

The Heritage of Cultures and Traditions in Pluralistic Society – Religious Traditions

Polónia    Espanha   Roménia   Bulgária    Turquia    Portugal

 

 

Tabellone pitagora

 

 

Nel settembre 2013, la grande fiducia donata dall’Agenzia Nazionale LLP ad una realtà molto piccola e giovane come la nostra, è stata accolta dalla dirigenza del Pitagora College come una grande opportunità elargita per accrescere e migliorare le proprie qualità didattiche ed educative. Tutti i ragazzi che hanno partecipato al progetto, oggi in gran parte diplomati, porteranno con loro un bagaglio culturale ed esperienze di vita che saranno legate indelebilmente ai loro ricordi scolastici.
La coesione tra le partnership ha rappresentato un’azione fondamentale per la buona riuscita del progetto in quanto ogni soggetto, con le sue peculiarità, ha avuto il proprio importante ruolo. Nel caso in esame la Polonia, in qualità di capofila, ha promosso l’azione progettuale, ha gestito ottimamente i rapporti tra i vari partner grazie anche all’uso della lingua inglese che ha accomunato tutti in un unico team di lavoro e di scambio.
Si sono avuti grande affiatamento e grande collaborazione tra i partner, quali Polonia, Spagna, Portogallo, Turchia, Bulgaria e Romania con i quali si è promossa una grande cooperazione al fine di rafforzare la dimensione europea dell’istruzione, attraverso la conoscenza dei singoli Paesi. Si è avuta la possibilità di confrontarsi coi colleghi stranieri, di capire i diversi sistemi scolastici e ritmi lavorativi, costruendo percorsi comuni professionali, dando vita a rapporti di amicizia, che continueranno sicuramente nel tempo. Si sono apprese dallo scambio nuove ed efficaci forme di insegnamento, successivamente sperimentate dagli insegnanti che hanno partecipato al progetto. Si è puntato a conoscere la qualità, l’attrattiva e l’accessibilità delle opportunità di apprendimento permanente disponibili negli Stati membri.
Scopo principale del progetto è stato l’inserimento di alunni, genitori, insegnanti, istituzioni locali e regionali nel dialogo interculturale che ha svelato il patrimonio culturale e le tradizioni religiose di società multiculturali, seguendo gli insegnamenti di Giovanni Paolo II e il suo contributo al dialogo interculturale, alla tolleranza e alla comprensione reciproca, nonostante le differenze culturali, religiose e linguistiche.
Il progetto realizzato ha rafforzato fortemente l’apprendimento permanente alla coesione sociale, alla cittadinanza attiva e alla realizzazione personale, attraverso il dialogo interculturale e la cooperazione tra docenti e alunni sia dello stesso paese che degli altri paesi.
La possibilità di lavorare insieme ha sicuramente promosso l’apprendimento delle lingue, rafforzando lo sviluppo di un sentimento di cittadinanza europea, basato sulla comprensione e sul rispetto dei diritti dell’uomo e della democrazia, sulla promozione della tolleranza verso gli altri popoli e le altre culture.
La diversità dei vari costumi è stata avvicinata dalla componente linguistica, dal mondo dei social network e delle tecnologie informatiche (TIK) che hanno accorciato le distanze e tuttora contribuiscono a mantenere vivi i rapporti in vista di eventuali scambi futuri.

Il progetto ha realizzato l’intento di far conoscere ad ogni paese partner la propria cultura e le proprie tradizioni, nonché la religione attraverso i vari scambi e i workshop illustrativi delle proprie tradizioni realizzati da ognuno.
Sono stati raggiunti obiettivi prefissati dalle partnership, alcuni dei quali:
– Tolleranza e rispetto verso le altre tradizioni e culture;
– Sostegno al dialogo interculturale;
– Motivazione ad apprendere le lingue straniere;
– Azioni di cooperazione e amicizia tra i partner dentro e fuori il progetto;
– Utilizzo di tecnologie informatiche e tecnologie comunicative (TIK);
– Scambio di metodi didattici e di gestione.

Gli obiettivi meramente umani realizzati all’interno del progetto sono stati:
– la promozione della coscienza del significato religioso, culturale e la diversità linguistica in Europa;
– superamento del razzismo e gli atteggiamenti ostili nei confronti di altre tradizioni religiose;
– l’abolizione di ogni forma di discriminazione per quanto riguarda la religione, il sesso, la razza o l’appartenenza etnica o confessione.

Nell’ambito del processo di realizzazione del progetto si è promosso principalmente:
– Il patrimonio di culturale e tradizioni delle scuole partner;
– Il dialogo interculturale e l’apprendimento della lingua inglese;
– Il patrimonio degli insegnamenti di Giovanni Paolo II e il suo ingresso nel dialogo interculturale;
– I valori turistici di ogni Paese e della regione di appartenenza.

Durante tutte le fasi di lavoro gli alunni sono stati seguiti dai docenti delle varie discipline coinvolte nella realizzazione del progetto, che li hanno stimolati e motivati continuamente in modo da far emergere o potenziare le loro competenze, capacità e la loro creatività. Gli stessi alunni, inoltre, hanno organizzato e curato il tempo libero degli studenti stranieri.

 

Translation in english

 

In September 2013, the great confidence given by the National Agency LLP to a very small and young school as ours, was welcomed by the leadership of Pitagora College as a great opportunity to increase and improve its educational quality. All students who participated to the project, now largely graduates, will bring with them a cultural and a life experience that will be indelibly linked to their school memories.
The cohesion between the partnerships represented a fundamental action for the success of the project in which each player, with its peculiarities, has had its own important role. In the case of Poland, as leader, he has promoted the project action, he has well managed the relationships between the various partners thanks to the use of the English language that brought us all together in a single team of work and exchange.
There have been great harmony and great collaboration between partners, such as Poland, Spain, Portugal, Turkey, Bulgaria and Romania, with whom a great cooperation started in order to strengthen the European education, through the knowledge of the individual countries . We have had the opportunity to meet foreign colleagues so we have understood the different school systems and work rhythms, built common professional paths, created friendly relations, which will surely continue over time. We have learned from the exchange of new and effective forms of teaching, then tested by the teachers who participated in the project. The aim was to know the quality, attractiveness and accessibility of the opportunities for lifelong learning available within Member States.
The main purpose of the project was the inclusion of pupils, parents, teachers, local and regional institutions in the intercultural dialogue which exposed the cultural and religious traditions of multicultural societies; also, the project has followed the teachings of John Paul II and its contribution to intercultural dialogue, tolerance and mutual understanding, despite cultural, religious and linguistic minorities.
The project greatly strengthened lifelong learning and social cohesion, active citizenship and personal fulfillment, through intercultural dialogue and cooperation between teachers and pupils is the same country and in other countries too.
The ability to work together has certainly promoted language learning, the development of a sense of European citizenship, based on understanding and respect for human rights and democracy, the promotion of tolerance towards other peoples and other cultures.
The diversity of the various costumes was approached by the linguistic component, from the world of social networks and information technology (TIK) which closed the gap and still maintain strong relations in view of possible future exchanges.

The project has had the intent to promote, for each partner, culture, traditions and religion through the various exchanges and illustrative workshops of traditions made by everyone.
Goals have been achieved by the partnerships, some of them:
– Tolerance and respect for other cultures and traditions;
– Support for intercultural dialogue;
– Motivation to learn foreign languages;
– Cooperation and friendship between partners inside and outside the project;
– Using information technology and communication technology (TIK);
– Exchange of teaching methods and management.

The objectives merely human realized within the project were:
– Promoting awareness of the religious significance, cultural and linguistic diversity in Europe;
– Overcoming racism and hostility towards other religious traditions;
– The abolition of all forms of discrimination with regard to religion, sex, racial or ethnic origin or confession.

Above all, it has been promoted:
– The wealth of culture and traditions of the partner schools;
– Intercultural dialogue and learning of English;
– The assets of the teachings of John Paul II and his entry into the intercultural dialogue;
– The tourist values of each country and region.

During all phases of work the students were followed by teachers of various disciplines involved in the project, who have continually challenged and motivated them to bring out or enhance their skills, ability and creativity. The same teachers also have organized and edited the free time of the students.

RELAZIONI VISITE: POLONIA, PORTOGALLO, TURCHIA, SPAGNA, ROMANIA

 

I PRODOTTI FINALI DEL PROGETTO – FINAL PRODUCTS OF PROJECT:

1) John Paul II – man of intercultural dialogue

2) Comenius Turkey – The Movie

3) Kraków Forever

4) Comenius website

 

facebook Comenius Pitagora College Italia