PROGETTO “AMORE CHE VIENI, AMORE CHE DAI…”:

PROGETTO “AMORE CHE VIENI, AMORE CHE DAI…”:

INCONTRO TRA GLI ALUNNI DEL PITAGORA COLLEGE E I DIVERSAMENTE ABILI DEL CENTRO COMUNALE 

 

Nella giornata di martedì 17 maggio 2016 gli allievi e i docenti dell’I.T.E. PITAGORA COLLEGE hanno incontrato i ragazzi del Centro Comunale Disabili di San Giovanni Rotondo.

Questo percorso di integrazione, fortemente voluto dagli organi collegiali della scuola, fa parte di un progetto a lungo termine con il quale il nostro Istituto intende promuovere un’energica e sentita sensibilizzazione verso il “diverso” . Al tempo stesso diventerà per i discenti una presa di coscienza  di un nuovo modo di stare insieme, prestando aiuto a chi ne ha più bisogno.

L’incontro è iniziato con una simpatica  presentazione personale dei nostri alunni. Poi è stata la volta dei ragazzi del Centro, i quali, dopo un iniziale tentennamento per la nuova situazione presentatasi, sono riusciti a parlarci della loro vita all’interno della  confortevole struttura comunale e delle costruttive attività, svolte quotidianamente. Questo si è rivelato come  momento fondamentale  di crescita, che ha permesso ai nostri ragazzi di arricchire e rinforzare ulteriormente la propria identità.

Subito dopo si è instaurato un piacevole clima di divertimento, grazie ai balli introdotti da alcuni discenti del Pitagora College, che rapidamente hanno coinvolto tutti, partendo dalle danze tradizionali, come le tarantelle, fino ad arrivare ai moderni balli di gruppo.

Un grande aiuto è stato fornito dalle educatrici, a cui va un ringraziamento speciale, poiché  si sono prodigate, nel migliore dei modi, per la riuscita dell’incontro e per il supporto fornito ai docenti.

Nell’ultima parte della mattinata tutti si sono divertiti a cantare con  il karaoke, che ha contribuito a creare un’ulteriore atmosfera di amicizia, sicurezza e allegria.

Al termine dell’incontro si è  deciso che l’Istituto Pitagora College prossimamente accoglierà i nostri “nuovi” amici del Centro, progettando una collaborazione continua, per una crescita individuale e di gruppo.

L’esperienza ci ha insegnato che  i ragazzi, stimolati e affiancati da mediatori efficaci, riescono a rispondere in modo creativo ed adeguato a tali stimoli e svelano profondità, problematiche e aspetti di sé prima ignorati o sottovalutati. Siamo certi che, un giorno, quando la scuola volgerà al termine e saranno ormai diplomati, serberanno un dolce e piacevole ricordo di “quella splendida giornata di un piovoso martedì”.

Prof.ssa Rossella Lauriola

 

Immagine